Acquariofilia
 

convivenza pesci e provenienza

simonemanuguerra92@gmail.com 30 Gen 2016 13:23
Buongiorno a tutti ragzzi, ho un acquario da 200lt netti e son nuovo
dell'ambiete dell'acquariologia.
volevo sapere che problema c'è nel fare un frittomisto.
Cioè, a parte il discorso "etico" del ricreare una parte di natura in vetro,se
io dovessi selezionare pesci che richiedano gli stessi valori chimici e
temperature dell'acqua , perche non farli convivere?
Ad esempio, a me piacciono molto sia i neon, che gli otocinclus, che i danio
pinne a velo, perche non farli convivere se vanno d'accordo ?

In pratica gli inquilini che vorrei, son stati scelti in base a gusti puramente
estetici e comportamentali, tenendo ovviamente conto delle richieste chimiche
dei pesci e con la consapevolezza che son esseri viventi e non soprammobili.
Nello specifico avrei optato per 10/15 neon,10 otocinclus, 10 danio pinne a velo
e 2/3 scalari.So che i neon son i cioccolatini degli scalari ma confido nel mio
acquario ben piantumato, grande abbastanza e nel fatto che gli scalari li
aggiungerei 2 mesi dopo aver aggiunto i neon e comunque li aggiungerei piccoli
così che ci crescano insieme.
Chiedo per inesperienza e ignoranza eh, non voglio "attaccare" i più esperti e
scusate il papiro ahah.
simonemanuguerra92@gmail.com 1 Feb 2016 11:10
Niente? =( nessuno sa cosa consigliarmi? Martedì volevo inserire i nuovi
inquilini ma non so chi =((
Baloo 1 Feb 2016 15:08
<simonemanuguerra92@gmail.com> wrote:

> So che i neon son i cioccolatini degli scalari ma confido nel mio acquario
> ben piantumato, grande abbastanza e nel fatto che gli scalari li
> aggiungerei 2 mesi dopo aver aggiunto i neon e comunque li aggiungerei
> piccoli così che ci crescano insieme.

Se i neon sono i cioccolatini degli scalari, come dici te, io non
chiederei neanche consiglio e non ce li metterei.

Niente in contrario sul fritto misto ma se metti gli scalari e quelli ti
attaccano sia i neon che i danio che fai, li puoi rendere indietro?

Octocintus e danio non hanno problemi di convivenza. Nel mio
60 lt ci sono rimasti solo 2 neon insieme ai danio, quindi non so se due
branchi si potrebbero dare noia.

In ogni caso io non metterei due specie che occupano lo stesso livello
dell'acquario (almeno per mia esperienza) e che si muovono in branco.
A mio parere l'aspetto estetico non sarebbe buono.

--
Baloo
donald.deangelis@gmail.com 1 Feb 2016 15:41
I piú sconsiglierebbero questa combinazione perché si ritiene che pesci delle
stesse regioni siano piú compatibili caratterialmente.

Inoltre mi domando se i valori di ph, kh, gh etc che vuoi offrire agli inquilini
siano il giusto mezzo per tutti (a occhio credo sia ph6,5; gli altri valori non
so) o se invece l'idea sia che tutti dovranno adattarsi ai valori del tuo
rubinetto (scelta che personalmente trovo discutibile e, alla lunga, pericolosa
per la salute dei pesci).

Last, se decidi di rivedere il mix, non rinunciare ai danio pinne a velo: sono
stupendi!
Aietes 1 Feb 2016 23:05
simonemanuguerra92@gmail.com <simonemanuguerra92@gmail.com> ha scritto:

> Buongiorno a tutti ragzzi, ho un acquario da 200lt netti e son nuovo
dell'ambiete dell'acquariologia.
> volevo sapere che problema c'è nel fare un frittomisto.

Se fatto con criterio, problemi non ce ne sono.
Messe specie con caratteri simili, problemi non ne insorgeranno.

> Nello specifico avrei optato per 10/15 neon,10 otocinclus, 10 danio
pinne a velo e 2/3 scalari.So che i neon son i cioccolatini degli scalari
ma confido nel mio acquario ben piantumato, grande abbastanza e nel fatto
che gli scalari li aggiungerei 2 mesi dopo aver aggiunto i neon e comunque
li aggiungerei piccoli così che ci crescano insieme.

opterei per i cardinale (Paracheirodon axelrodi), che raggiunge taglie più
grandi.
Mai avuto scalari, non mi sono mai andati a genio, ma in generale il tuo
approccio dovrebbe garantire un maggior successo nella convivenza.

Non metterei Octocinclus prima di 1 o 1,5 anni dall'allestimento della
vasca: per garantirgli sopravvivenza serve che la vasca sia ben matura.

In una vasca così avevo a suo tempo messo un bel fritto misto
- 6 phenacogrammus interruptus
- 12 paracheirodon axelrodi
- 8 Barbus fasciolatus
- 5 Octocinclus
- vari Corydoras

Niente mi appagava come vedere le evoluzioni dei Phenacogrammus "in
volata" sopra il branco compatto di axelrodi, con le occasionali
incursioni dei timidi fasciolatus.

In bocca al lupo per la tua vasca,
Alessandro
Paolo De Dionigi 10 Feb 2016 13:11
Il 01/02/2016 23:05, Aietes ha scritto:

> Non metterei Octocinclus prima di 1 o 1,5 anni dall'allestimento della
> vasca: per garantirgli sopravvivenza serve che la vasca sia ben matura.

Io ho avuto esperienze contrarie, almeno 3 volte. Otocinclus inseriti in
vasche appena allestite, con materiali nuovi, nessun problema, mai.
Peraltro non ho mai avuto problemi con gli otocinclus e infatti mi hanno
sempre lasciato perplesso le numerose segnalazioni di delicatezza del pesce.
Forse dipende dal fornitore. Nel senso che il mio fornitore li ambiente
e molto a lungo prima di metterli in vendita e se cambia fornitore
l'ambientamento nelle sue vasche lo allunga ulteriormente e a volte gli
capita di avere 'partite' con perdite molto più marcate, anche senza
cambiare fornitore. Ad esempio i Sawbwa Resplendens non riesce più a
procurarseli. Ad un certo punto gli arrivavano con sempre maggior tasso
di mortalità finchè sono cominciati a scarseggiare anche dai suoi fornitori.

Magari il fatto che in molti abbiano avuto difficoltà con gli oto, può
dipendere dal fatto che dove li comprano non facciano adeguata quarantena.


--
Paolo De *****nigi
latino 12 Feb 2016 22:42
> simonemanuguerra92@gmail.com <simonemanuguerra92@gmail.com> ha scritto:
>
> Niente mi appagava come vedere le evoluzioni dei Phenacogrammus "in
> volata" sopra il branco compatto di axelrodi, con le occasionali
> incursioni dei timidi fasciolatus.

Confermo che un piccolo branco di Phenacogrammus sono uno spettacolo per
i loro colori, vivacità ed eleganza.
In 30 anni di acquariofilia sono stati tra i miei pesci d'aqua dolce
preferiti.
Aietes 14 Feb 2016 13:03
Paolo De *****nigi <PaoloDe*****nigi@gmail.com> ha scritto:

> Il 01/02/2016 23:05, Aietes ha scritto:
>
>> Non metterei Octocinclus prima di 1 o 1,5 anni dall'allestimento della
>> vasca: per garantirgli sopravvivenza serve che la vasca sia ben matura.
>
> Io ho avuto esperienze contrarie, almeno 3 volte. Otocinclus inseriti in
> vasche appena allestite, con materiali nuovi, nessun problema, mai.
> Peraltro non ho mai avuto problemi con gli otocinclus e infatti mi hanno
> sempre lasciato perplesso le numerose segnalazioni di delicatezza del pesce.
> Forse dipende dal fornitore. Nel senso che il mio fornitore li ambiente
> e molto a lungo prima di metterli in vendita e se cambia fornitore
> l'ambientamento nelle sue vasche lo allunga ulteriormente e a volte gli
> capita di avere 'partite' con perdite molto più marcate, anche senza
> cambiare fornitore.

come scrivi, si prende lui la responsabilità delle perdite, e forse quello
che ottieni sono gli animali più robusti, che riescono a sopravvivere
all'iniziale mancanza di cibo in una vasca appena allestita.
Forse già sai quanto i pesci sopravvivono senza cibo. Ad esempio, ho avuto
un pesce (Hyphessobrycon pulcripinnis) "sparito" e ritrovato mesi dopo nel
filtro. Era sopravvissuto al buio, credo in azzenza di cibo, dimagrito in
maniera paurosa, ma una volta fuori ha iniziato a mangiare di nuovo e ha
fatto vita bella col resto del branco per un altro anno e più.


> Magari il fatto che in molti abbiano avuto difficoltà con gli oto, può
> dipendere dal fatto che dove li comprano non facciano adeguata quarantena.

Credimi, in Svizzera hanno le vasche da esposizione piantumate per cui gli
Octocinlus arrivano in ambienti stabili, dove la sopravvivenza è elevata, ma
se spostati in vasche appena allestite, i più deboli potrebbero non farcela.

Peraltro, anche io ho avuto sopravvivenze elevate, ma ho contato le mie
perdite quando messi in vasche appena allestite ed ho imparato la lezione,
ad esempio con dei Parotocinclus britskii, i quali schiattano alla velocità
della luce se li metti un vasche non super-mature (per restare in
rindondanti termini "Marvel") :-(

Poi è biologia, regole rigidissime non ce ne sono.
IMHO

Alessandro

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Acquariofilia | Tutti i gruppi | it.hobby.acquari | Notizie e discussioni acquari | Acquari Mobile | Servizio di consultazione news.